Giovedì, Maggio 30, 2013

Le ultime dal 5stelle: mentre Rodotà bacchetta Grillo, Casaleggio prepara il team tv del M5S

Mentre Rodotà, in una intervista a Corriere della Sera, striglia Grillo, spiegando che "dare la colpa agli elettori è una spiegazione che non spiega" e che le dichiarazioni del comico non sono più sufficienti, dentro al movimento si prepara la squadra che andrà a rappresentare il movimento in televisione: sono i deputati Roberto Fico, Alessandro Di Battista, Riccardo Nuti, Laura Castelli e Luigi Di Maio e i senatori Vito Crimi, Nicola Morra e Paola Taverna i volti scelti per veicolare le linee e i lavori del movimento 5 stelle in tv. A formarli sarà lo staff di Casaleggio.

Martedì, Maggio 28, 2013

La sintesi (17.45). Al termine di un iter piuttosto breve, perché accompagnato dalla condivisione di tutte le forze politiche, la Camera ha approvato la ratifica della Convenzione di Istanbul sulla violenza contro le donne. Ci sono voluti soltanto quattro giorni: due per l’esame in Commissione esteri, altrettanti per la discussione generale in Aula e il voto finale. Se il dibattito di ieri, in piene elezioni amministrative, aveva fatto notizia per le numerose assenze dei deputati, oggi si è finalmente messa l’attenzione sui contenuti, che hanno trovato forti consonanze tra i diversi gruppi parlamentari: la necessità di non minimizzare, di non trovare giustificazioni culturali, di educare già nelle scuole alla parità tra i sessi, di accompagnare con risorse (che però la legge non quantifica, come sottolineano dall’opposizione Lega e Fratelli d’Italia) il lavoro prezioso dei Centri antiviolenza. Il testo – che presenta due aspetti simbolici: innanzitutto, è la prima legge di iniziativa parlamentare approvata nella XVII legislatura; poi, perché la Camera lo ha approvato all’unanimità proprio nel giorno dei funerali di Fabiana Luzzi a Corigliano – passa ora al Senato, che dovrebbe esaminarlo in tempi rapidissimi: a ratifica italiana avvenuta, la Convenzione sarà a metà del cammino, con altri 5 Paesi firmatari da coinvolgere. E l’Italia, hanno chiesto diversi deputati al governo, dovrà fare pressioni a livello internazionale, perché si raggiunga finalmente il numero di 10 ratifiche, necessario alla Convenzione per entrare in vigore.

Andrea Sarubbi

A questo link tutta la diretta dei lavori, a cura di Andrea Sarubbi per La Stampa: #OPENCAMERA
Martedì, Maggio 21, 2013

Sulle condizioni di salute di Don Gallo

Ha scritto poco fa la comunità di San Benedetto al Porto sulla pagina fb di Don Gallo: 

Ci rivolgiamo a tutte le persone che vogliono bene a Don Andrea Gallo, lo facciamo con la mitezza e il rispetto che in questi giorni hanno accompagnato la fragilità della sua salute.

Lo facciamo per dire a voi tutti che le condizioni di Don Andrea si sono aggravate e che è monitorato, ora per ora, attraverso un’ assistenza medica domiciliare, nella sua comunità San Benedetto al Porto.

Chiediamo a TUTTI voi, cosi come è avvenuto in questi giorni difficili, di mantenere intorno a Don Andrea e alla Comunità la quiete e la tranquillità, in questo momento ancor più difficile.

Mandiamo a tutti voi sin da ora un ringraziamento collettivo, certi del vostro affetto che ci conforta.